Antica Drogheria Portaspezie Di Design In Cucina 01
Antica Drogheria
Antica Drogheria

Abbellire la cucina: i portaspezie di design

Le spezie non sono solo sane, ricche di principi nutritivi e piacevoli al palato, ma sono indubbiamente piacevolissime anche dal punto di vista estetico.

Grazie ai suoi colori e alle sue forme, danno un tocco di bellezza agli ambienti e ai contenitori in cui sono riposte. I portaspezie di design sono un elemento irrinunciabile quando si vuole rendere accogliente e stilosa la propria cucina.

Caratterizzate da forme originali e da materiali diversi, i portaspezie di design stimolano la curiosità e rendono la casa originale e piena di personalità.

Portaspezie di design: stile e personalità in cucina

I portaspezie di design non sono solo un ottimo elemento di arredo per riempire la cucina di colore e calore, ma possono essere anche strumenti funzionali e comodi per servire in tavole pietanze esotiche piene di fascino.

Materiali e modelli diversi si alternano nei vari modelli, offrendo caratteristiche particolari abbinate a buon gusto.

Antica Drogheria Portaspezie Di Design In Cucina 02

I materiali per i portaspezie

I materiali utilizzati per i portaspezie di design sono in linea con il tipo di ambiente all’interno del quale vanno inseriti, tenendo però conto anche delle caratteristiche funzionali del materiale stesso.

  • Portaspezie di design in ceramica: la ceramica è un materiale molto versatile, perfetto per le spezie, in quanto sono piacevolissimi da un punto di vista estetico e, allo stesso tempo, conservano intatte le caratteristiche organolettiche. L’unico punto debole potrebbe essere rappresentato dalla chiusura, se il portaspezie viene utilizzato non solo per il servizio ma anche per la conservazione. In questo caso, è opportuno scegliere una chiusura ermetica che non permetta il passaggio dell’aria e, soprattutto dell’umidità.

  • Portaspezie di design in acciaio: l’acciaio è senza dubbio uno dei materiali preferiti per la produzione di oggettistica da cucina di design. Stiloso, semplice ed elegante, l’acciaio presenta ottime caratteristiche anche per la conservazione delle spezie e delle erbe aromatiche in quanto mantiene inalterate le proprietà organolettiche e permette una chiusura ermetica.

  • Portaspezie di design in vetro: il vetro ha pressoché le stesse caratteristiche della ceramica. Elegante e sano, si caratterizza per la sua trasparenza che può essere considerata sia un vantaggio sia uno svantaggio. La trasparenza, infatti, permette di osservare le spezie, sfruttando al massimo i loro colori e le loro forme. Dal punto di vista estetico, dunque, è perfetto per degli splendidi portaspezie di design. Tuttavia, la trasparenza potrebbe essere considerata anche un limite, in quanto le spezie e le erbe sono fotosensibili. I portaspezie di questo tipo, dunque, dovrebbero sempre essere tenuti al chiuso o, comunque, al riparo dalla luce.

  • Portaspezie di design in legno: il legno è un materiale caldo, il cui aspetto estetico si lega benissimo ai colori e all’aspetto estetico delle spezie. Negli ambienti rustici, in particolare, questo tipo di portaspezie sono di gran gusto. Tuttavia, non è il materiale ideale per conservare a lungo le spezie. Di conseguenza, va bene per servire le spezie in tavola o per custodire una quantità tale da essere consumata nel giro di poche settimane, altrimenti le spezie potrebbero perdere le loro qualità organolettiche.

|Sponsorizzato
Antica Drogheria Portaspezie Di Design In Cucina 03

Portaspezie: le diverse tipologie

Scegliere il giusto portaspezie in base alle proprie esigenze non è solo un modo per tenere in ordine la dispensa o per abbellirla, ma anche per esprimere il proprio tocco personale nella preparazione dei piatti e del servizio a tavola.

A seconda delle diverse tipologie, infatti, il portaspezie può avere una funzione prevalente di conservare le spezie oppure di portarle a tavola.

  • Portaspezie con supporto girevole: si tratta di un tipo di contenitore che permette di avere sempre a portata di mano tutti i barattoli delle spezie in un unico luogo. Attenzione, però, a non tenerlo troppo vicino ai fornelli, in quanto il vapore potrebbe danneggiare le spezie, provocando la formazione di umidità. A seconda delle necessità, può essere portato in tavola.

  • Portaspezie da appendere: in questa categoria possono rientrare portaspezie dai materiali e dalle fogge diverse. Di solito, la scelta di appenderli è legata sia all’aspetto estetico sia alla funzionalità. Se i barattoli sono in vetro, bisognerà fare attenzione a che non siano troppo esposti alla luce.

  • Portaspezie da tavolo: questa tipologia di portaspezie di design dà la priorità al servizio in tavola. In questo caso i materiali vengono scelti prevalentemente per il loro aspetto estetico, in quando la spezia può poi essere rimessa nel contenitore dove viene conservata. Il legno e la ceramica sono tra i materiali più adatti, anche in relazione al tipo di piatto che devono accompagnare.

  • Portaspezie con macina: sono uno dei migliori compromessi per la conservazione, l’aspetto estetico e la possibilità di portarle in tavola. Di dimensioni ridotte, permettono di conservare una quantità non esagerata di spezie, in modo che possa essere consumata prima di diventare vecchia. Il materiale di solito è di vetro e acciaio, entrambi perfetti per la conservazione, mentre il fatto che la spezia sia ancora da macinare ne permette migliori caratteristiche organolettiche.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email