Antica-drogheria - Le foglie di tè
Picture of Antica Drogheria
Antica Drogheria

Le foglie di tè: proprietà benefiche e coltivazione

Le foglie di tè appartengono ad una pianta di arbusto sempreverde endemico e generalmente sono coltivate nel continente asiatico. Questa pianta nasce in condizioni climatiche tropicali e necessita di abbondanti piogge. Per questo motivo viene coltivata nella cintura che circonda la terra proprio al di sopra della linea dell’Equatore, dove le condizioni per la coltivazione sono perfette.

Fin dall’antichità il tè viene considerato una bevanda simile ad un elisir di salute e bellezza e, in alcuni luoghi, come a Londra, il rito del tè delle 5 del pomeriggio è considerato un modo per prendersi una pausa e prendersi cura di sé sorso dopo sorso, meglio ancora se in compagnia.

Le sale da tè sono ormai abbinate a prestigiose pasticcerie e addirittura profumerie, eventi di moda e librerie. In occidente, la tazza di tè è diventata una tradizione sociale e rituale e il trend è sempre in crescita.
Usato per la cosmesi, in cucina e anche in profumeria, il tè viene prodotto in volumi significativi.

Antica-drogheria - Le foglie di tè

Coltivazione del tè

La storia del tè precede la nascita di Cristo di un millennio e il sistema di lavorazione è in gran parte industrializzato, anche se la parte della coltivazione conserva ancora dei tratti coloniali.
Da un lato la coltivazione di questa bevanda permette alle popolazioni più povere di lavorare e sfamarsi, sebbene le condizioni di lavoro siano ancora da migliorare, specialmente nei luoghi in cui il sistema conserva dei tratti latifondistici.

Nelle coltivazioni l’altezza della pianta di tè viene mantenuta a circa 1 metro di altezza, ma può raggiungere persino i 10 metri. Quest’altezza è perfetta per facilitarne la raccolta, inoltre, la potatura favorisce anche la crescita delle nuove foglie e si può così aumentare la produzione e la raccolta.
Mantenendo le giuste attenzioni, gli arbusti possono durare fino a 100 anni.

La maggior parte della produzione mondiale proviene da Cina, Turchia, Sri Lanka e Kenya.

I terreni del tè devono essere acidi, in quanto il tè non può essere coltivato in terreni alcalini.
È stata provata la raccolta meccanica ma, a causa della sua mancanza di selettività, non può sostituire la raffinatezza della raccolta manuale.

Pianta del tè

La pianta sempreverde camellia sinensis, della famiglia delle Theaceae, viene coltivata in varie aree geografiche del mondo. La raccolta delle sue gemme e delle sue foglie più giovani permette alle industrie e alle multinazionali delle lavorazioni differenti in modo tale da garantire la creazione di tantissime varietà di tè.  La differenza sostanziale sta nel processo chiamato fermentazione e nelle modalità e tempistiche diverse del procedimento legato all’essiccazione.

Ogni varietà di tè ha proprietà differenti e la più conosciuta è quella del tè verde. A seconda del colore e della qualità, viene svolta una lavorazione delle foglie in modo completamente differente, anche se la pianta utilizzata è la medesima. Il tè rosso africano detto anche rooibos è una bevanda simile al tè chiamata impropriamente tè rosso, anche se questo termine risulta improprio perché, pur avendo delle caratteristiche simili al tè, proviene dalle foglie essiccate di Apalathus linearis della famiglia delle Fabacee.

  Esistono due diverse sottospecie di Camellia sinensis:

  • Camellia sinensis sinensis, detta anche China, gli arbusti possono arrivare fino all’altezza 5 metri;
  • Camellia sinensis assamica, detta Assam, è in grado di superare i 10 metri di altezza.

La pianta del tè è soggetta all’attacco di almeno 150 specie di insetti e 380 malattie fungine. Gli scienziati dell’India nord-orientale, per esempio, hanno pubblicato un elenco di 40 pesticidi proprietari approvati.

Il controllo dell’uso di pesticidi è diventato altamente sviluppato, grazie anche all’istituzione della giornata internazionale del tè che è stata istituita non solo per celebrare la bevanda, ma anche per regolamentare ed abolire l’uso di sostanze tossiche nelle piantagioni e la tutela dei lavoratori braccianti per la raccolta.

Antica-drogheria - Le foglie di tè

Foglie di tè: proprietà benefiche

Le foglie di tè si presentano di un colore verde chiaro brillante e hanno il margine dentato, i fiori sono bianchi e molto piccoli. Le foglie possono raggiungere i 15 cm di lunghezze e fino a 5 cm di larghezza.

La struttura attiva delle foglie di tè riserva parecchi vantaggi per la salute, basti pensare che alcune culture aborigene ne estraggono l’olio per poi usarlo come medicinale dalle proprietà antisettiche.

Le sostanze contenute dalle foglie di tè sono ricche di polifenoli in grado di contrastare i segni dell’invecchiamento e di antiossidanti, chiamati anche flavonoidi in grado di proteggere il cuore. Inoltre, sono in grado di accelerare il metabolismo, combattere la cellulite e idratare il corpo ripristinando i liquidi persi.

Il tè è un ottimo alleato per la prevenzione, in grado di contrastare o prevenire l’insorgere di numerosissime patologie. Degli studi dimostrano che la presenza dei polifenoli è addirittura in grado di ridurre i rischi del cancro. Inoltre, si ritiene anche che si possa ridurre la possibilità del Parkinson, dell’ipertensione e dell’Alzheimer.

Differenza tra caffeina e teina

Una foglia essiccata contiene fino al 4% di caffeina, una tazza di tè contiene in media 80 mg di caffeina. La teina e la caffeina, sono la stessa cosa perché appartengono alla stessa molecola, anche se vengono ancora chiamate in modo diverso. La scoperta risale alla fine del 1800.

Anche se la teina e la caffeina sono la stessa sostanza, la bevanda de tè è in grado di stimolare il cervello in modo prolungato a differenza del caffè che ha un effetto stimolante immediato. Questo avviene perché nel tè sono presenti la teanina e i polifenoli che rallentano l’assorbimento della caffeina. Per questo motivo, il tè è perfetto per mantenere più a lungo attiva la concentrazione.

Condividi questo post
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.