Antica Drogheria Chiodi Di Garofano Usi Proprieta Benefici 01
Antica Drogheria
Antica Drogheria

Chiodi di garofano: usi, proprietà e benefici

I chiodi di garofano sono una spezia conosciuta soprattutto per i suoi usi in cucina. Adatti per insaporire sia piatti salati che piatti dolci, hanno tradizionalmente un uso molto vasto, che ha a che fare anche con i numerosi benefici per la salute.

Ottenuti dall’essicazione del bocciolo di una pianta sempreverde della famiglia delle Myrtacee, i chiodi di garofano sono conosciuti soprattutto per la loro funzione digestiva, ma vengono ampiamente utilizzati anche come antisettici e per curare il mal di denti.

La pianta dei chiodi di garofano

Molte persone non sanno da quale pianta si ricavino i chiodi di garofano. In realtà, questa pianta non ha nulla a che vedere con quella del garofano, come si potrebbe pensare: è il loro profumo, che ricorda vagamente quello del garofano, ad aver suggerito il nome, mentre la forma allungata richiama quella di un chiodo.

La pianta da cui viene estratto ed essiccato il bocciolo che genera il chiodo di garofano è l’Eugenia caryophyllata, molto diffusa in Oriente e solo recentemente utilizzata anche in Occidente.

Si tratta in un arbusto sempreverde, chiamato anche Syzygium aromaticum, che cresce spontaneamente in alcune aree del mondo come le isole Molucche e il Madagascar. Grazie all’uso della spezia ottenuta da questa pianta, nel corso del tempo si sono sviluppate coltivazioni anche in Sud Africa e in Tanzania, in alcune aree dell’America Meridionale, nelle Filippine e nello Sri Lanka.

Al termine della stagione delle piogge, spuntano i boccioli dello Syzygium aromaticum: inizialmente hanno un colore giallo-verde che poi diventa rosa e rosso. Per farli essiccare e utilizzarli come spezia, vanno raccolti quando ancora sono rosa, ovvero prima che giungano alla massima maturazione.

Una volta raccolti, vengono staccati dal peduncolo e vengono fatti essiccare. Durante l’essicazione, che può avvenire al sole oppure utilizzando altre forme di calore, assumono il caratteristico colore bruno marroncino.

Antica Drogheria Chiodi Di Garofano Usi Proprieta Benefici 02

Chiodi di garofano: le caratteristiche della spezia

La pianta di Syzygium aromaticum produce mediamente tre/quattro chili di fiori per volta, che, dopo l’essicazione, danno luogo a una produzione di circa un chilo di chiodi di garofano.

Dai fiori non si ottiene solo la spezia, può essere estratti anche l’olio essenziale: tra le diverse piante aromatiche questa è quella con la maggiore resa nella produzione di oli. Storicamente, è stata proprio la produzione di olio essenziale a rendere famosa questa pianta, infatti veniva utilizzato già dagli antichi Egizi per l’imbalsamazione. Il suo aroma intenso e piacevole era l’ideale da aggiungere alle spezie per questa pratica.

Pare, tuttavia, che fosse già conosciuto anche ai Cinesi: alla corte della dinastia Han, a partire dal terzo secolo a.C., sembra che venisse masticata dai dignitari per migliorare l’alito.

Molto probabilmente questa spezia veniva utilizzata anche in altre aree dell’Africa e del Medio Oriente e sicuramente nell’antica Grecia. Probabilmente furono i Fenici a portarla nel Mediterraneo e quindi in tutta Europa. Quello che è certo è che fin dall’antichità veniva apprezzato per le sue proprietà medicinali.

Chiodi di garofano: benefici e proprietà medicinali

L’aroma che si sprigiona dai chiodi di garofano è dovuto alla presenza dell’eugenolo, una sostanza aromatica a base di fenolo.

Oggi gli studi scientifici hanno dimostrato che questo principio attivo possiede veramente le proprietà per le quali nell’antichità veniva usato come rimedio naturale.

In particolare, l’eugenolo funzionerebbe come antispasmodico, analgesico, antisettico, antifermentativo e anestetico. Digestivo naturale, viene ancora oggi utilizzato anche in modi piatti, sia dolci sia salati, e, spesso in abbinamento con la cannella, viene usato anche in infusi e bevande. Come infuso non è solo piacevole al palato, ma lenisce il mal di testa e il mal di denti e aiuta la digestione.

Tuttavia, l’uso topico e locale può provocare irritazione e sensibilizzazione, pertanto va usato con moderazione. Tra l’altro, l’eugenolo è inserito nella lista delle 26 sostanze più allergizzanti, pertanto, prima di utilizzarlo andrebbe verificato di non essere allergici. Inoltre, per legge la presenza dell’eugenolo nei composti chimici per cosmetici o farmaci deve essere indicata nell’etichetta.

|Sponsorizzato
Antica Drogheria Chiodi Di Garofano Usi Proprieta Benefici 03

L’uso dei chiodi di garofano in cosmesi e in odontoiatria

L’ottima profumazione e i numerosi effetti benefici connessi agli estratti dei chiodi di garofano sono alla base del loro utilizzo anche in cosmetica.

Spesso, infatti, questo principio viene utilizzato nei dentifrici, nei saponi, nei detergenti e nelle creme.

Oggi poi è entrato a far parte delle essenze più utilizzate nel campo dell’aromaterapia e della fitoterapia: gli esperti del settore considerano i chiodi di garofano una delle spezie di maggiore interesse, assieme alla santoreggia, al timo, alla cannella, alla menta e al basilico.

Inoltre, l’eugenolo ha un uso molto interessante applicato all’odontoiatria: se già nell’antichità veniva scelto come rimedio per fare impacchi e cure dentali, attualmente ha un uso specifico in abbinamento con l’ossido di zinco. Grazie al suo potere battericida e analgesico, viene miscelato con altri composti nel sottofondo delle otturazioni e viene inserito nelle preparazioni dei cementi e nelle medicazioni per i mal di denti.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email