Antica-drogheria - le 10 migliori piante aromatiche da balcone
Antica Drogheria
Antica Drogheria

Le 10 piante aromatiche migliori da balcone

Le piante aromatiche non servono solo ad insaporire i piatti, ma sono degli ottimi alleati per il benessere del nostro organismo. Dovrebbero essere sempre presenti nella nostra dieta perché possono aromatizzare le nostre ricette senza impiegare dosi eccessive di sale.

Le piante aromatiche, spesso, vengono anche utilizzate nell’ambito della cosmesi, nell’aromaterapia e, in alcuni casi, anche in ambito medico. Si possono ricavare numerosi unguenti fatti in casa anche con l’utilizzo di cera d’api e olio d’oliva.

Non sono solo un condimento in grado di rendere un piatto da banale a eccellente, ma hanno anche proprietà eccezionali per la salute. Le nostre nonne sapevano che la natura poteva essere un toccasana per il benessere e riuscivano a utilizzare le erbe aromatiche sotto forma di tisane, decotti, unguenti e creme in grado anche di guarire piccole ferite.

Le piante aromatiche si possono coltivare sul balcone?

Le erbe aromatiche hanno profumi intensi e forme caratteristiche e sono in grado di essere coltivate sul balcone in modo semplice, munendosi di vasi e terriccio per creare un angolo verde e profumato.

Le specie di piante aromatiche sono in grado di riprodursi facilmente tramite seme, anche se per alcune di esse, come salvia e rosmarino, è preferibile l’acquisto già sottoforma di piantina che abbia un’altezza superiore ai 5 cm.

Per la coltivazione sul balcone è necessario assicurarsi di avere molta luce perché le piante aromatiche devono essere esposte al sole almeno 6 ore al giorno. Vanno sotterrate a 5 cm di profondità nella terra che dev’essere scelta ricca di sali minerali. Durante i mesi invernali è bene ritirarle in una serra o in casa.

Subito dopo averle piantate, è importante annaffiarle molto, mentre successivamente non sarà necessario bagnarle troppo. Basteranno piccole quantità di acqua, meglio se al tramonto e senza bagnare le foglie.

La raccolta di queste erbe va fatta specialmente al mattino, prima del sorgere del sole, quando l’umidità della notte si è ormai asciugata.

Antica Drogheria - 10 migliori piante aromatiche da balcone

Le 10 migliori piante aromatiche da coltivare sul balcone

La natura ci offre una varietà di scelta ampia con le erbe aromatiche. Il vantaggio di queste piante è quello di poterle coltivare sul balcone, per averle sempre a portata di mano e insaporire i nostri piatti con una modica cifra, oltre che per abbellire il nostro balcone.
I loro profumi e i loro principi nutritivi contribuiscono anche al benessere fisico e mentale.

Ecco quali sono le erbe aromatiche che non possono mancare sul nostro balcone.

1. Basilico

Il basilico è una pianta aromatica che ben si predispone alla coltivazione in vaso.
Necessita un ambiente aperto, pertanto si sconsiglia di tenerlo in casa o in ambienti eccessivamente chiusi.
Il suo ciclo di vita è annuale e, se l’intenzione è di iniziare dal seme, è possibile seminarlo a partire dal mese di marzo o aprile.
Il basilico richiede molta esposizione alla luce, ma mai diretta.
Il terriccio deve essere mantenuto sempre umido, ricordandosi di bagnarlo circa una volta al giorno, evitando, però, i ristagni.
Questa pianta aromatica non resiste al freddo e, in particolar modo, si sconsiglia di esporla a temperature inferiori ai 10 gradi.

2. Salvia

La salvia non teme la luce, anzi predilige una zona luminosa, anche di sole diretto.
Per la coltivazione in vaso il terreno deve essere un po’ sabbioso, ma assicurandosi di mantenere la giusta umidità, soprattutto nelle stagioni più calde.
È opportuno ricordarsi di riparare questa pianta in inverno, lontano da zone di vento e al sicuro da possibili gelate.

3. Maggiorana

La maggiorana non necessita un terriccio specifico e nemmeno una annaffiatura eccessiva.
Predilige un clima mite in posizioni ben soleggiate, ma risente particolarmente delle temperature più basse.
È consigliabile, quindi, con l’arrivo dell’inverno effettuare una potatura decisa.

4. Prezzemolo

Il ciclo di vita del prezzemolo è generalmente di due anni per la coltivazione in vaso.
Necessita un terriccio misto torbo che deve essere mantenuto il più possibile umido.
Predilige un clima temperato con temperature comprese da 0 a 35 gradi, con un’esposizione preferibilmente in una zona di ombra.

5. Rosmarino

Il rosmarino è facile da coltivare anche in vaso, in quanto non richiede particolari attenzioni. Questa pianta aromatica cresce spontaneamente nelle regioni mediterranee e, di conseguenza, predilige un’area soleggiata, pur adattandosi facilmente a varie situazioni climatiche.

Per la sua coltivazione in vaso si consiglia di aggiungere al terriccio della sabbia, per favorire il drenaggio.

10 migliori piante aromatiche da balcone

6. Menta

Questa pianta può crescere molto bene sia in vasti terreni che in vaso. La sua facilità di svilupparsi la rende una pianta adatta anche per chi non possiede il pollice verde, ma desidera comunque realizzare un piccolo orticello sul balcone di casa.
La menta, infatti è considerata una pianta infestante, in grado di estendersi e crescere molto velocemente.
Per la sua coltivazione in vaso è necessario utilizzare un terriccio calcareo, da mantenere umido e ben drenato.
Gradisce sia la luce diretta che la penombra, ricordandosi, però, di rimuovere periodicamente le foglie più vecchie e ingiallite.

7. Timo

Il timo è una pianta aromatica che può facilmente essere curata tutto l’anno, in quanto ama il caldo, ma resiste anche a basse temperature.
Non necessita un’annaffiatura eccessiva ed è bene mantenere il terreno il più possibile asciutto evitando ristagni e umidità.
Per questo motivo, infatti, è opportuno predisporre un substrato di argilla espansa sotto al terreno e miscelare la terra con della sabbia per favorire il drenaggio.

8. Erba cipollina

Si tratta di una pianta perenne, in grado di resistere anche alle basse temperature invernali.
Può essere collocata sia in una zona di ombra che di penombra e può adattarsi sia ai terreni più secchi che a quelli più freschi.
Insomma, una pianta aromatica che non richiede eccessive attenzioni, se non l’accortezza di evitare i ristagni idrici e condizioni di umidità.

9. Origano

L’origano non ha esigenze specifiche in termini di suolo, in quanto riesce a prosperare anche in terreni poveri.
È necessario bagnare la pianta regolarmente, in modo da evitare che il terreno si secchi eccessivamente, facendo attenzione, però, a non esagerare con le quantità di acqua giornaliere.
Una zona ben soleggiata è l’ideale per far crescere l’origano.
Per la sua coltivazione in vaso si consiglia di aggiungere al terriccio della sabbia, per favorire il drenaggio.

|Sponsorizzato

10. Alloro

Anche l’alloro è una pianta aromatica che si presta molto bene alla coltivazione sul balcone.
Il terreno ideale deve essere misto torba e sabbia e, al fine di garantire il giusto drenaggio, è opportuno collocare alla base del vaso dell’argilla espansa o della ghiaia.
Per l’annaffiatura l’ideale è bagnare il terreno in primavera e in estate solo quando quest’ultimo sembra asciutto, mentre al di sotto dei 7 gradi si può evitare di annaffiare del tutto la pianta.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email